domenica 22 novembre 2020

Almanacco di Ippogrifo: laboratorio di scrittura e miniera di idee

Associazione Ippogrifo. Vivere la scrittura (Associazione culturale e ricreativa di promozione sociale) è lieta di presentare una preview dell' Almanacco Ippogrifo, presto in libreria.

Si ringrazia l' Associazione Rodari, una scuola grande come il mondo che ha fornito un prezioso contributo.

Preludio 

Qualche anno fa, uno studioso che di letteratura se ne intendeva e che ci ha consegnato preziose riflessioni sul senso di fare cultura, Vittorio Strada, in una splendida voce della Enciclopedia Einaudi, amava sottolineare lo stretto legame fra «il fare letterario e il sapere letterario», ovvero la sostanziale convergenza fra la produzione letteraria e la riflessione su di essa, come a dire che riesce difficile, per non dire impossibile, stabilire un confine preciso fra l’esercizio della creatività e il momento scientifico della critica. 
Il che c’incammina su un’altra seducente biforcazione di idee, una rete inesauribile di spunti e suggestioni: ad esempio, su quanto vi sia d’immaginifico e lirico nelle pagine di alcuni critici (basterebbe pensare, fra tutti, agli scritti di Roberto Longhi) e, allo stesso tempo, quale spessore di consapevolezza e pensosità vi sia in certi libri di narrativa, in apparenza tanto leggeri e incantati (e ci tornano in mente le parole di un maestro dell’affabulazione, Italo Calvino, che in punto di morte all’amica Maria Corti confessava di essere uno scrittore che lavora soprattutto di sottrazione, con estrema fatica, per offrire il massimo di leggerezza, spontaneità, freschezza). 
Viene da chiedersi, in altre parole, quale ruolo occupi nella pratica della scrittura il lavoro silenzioso e oscuro dell’apprendistato: lo studio, l’artigianato, l’officina, il laboratorio, la lettura, prima ancora dell’atto stesso della creazione. 
Quanto contano, cioè (per usare un’immagine un po’ pittoresca), dopo il momento magico, folgorante, dell’ispirazione, le lunghe ore corrosive della traspirazione. Italo Svevo, che cercava di difendersi dalle critiche di dilettantismo, parlava del “faro” e della “lumaca”: il faro come luce folgorante e intermittente (l’ispirazione) e la lumaca come paziente e diligente lavorazione (la traspirazione). 
L’Almanacco di Ippogrifo nasce dal faro e dalla lumaca. 
È il frutto di un’idea di letteratura che ha guidato, dal febbraio 2016, un’associazione di appassionati e professionisti della scrittura, che hanno, per così dire, fatto dei “laboratori” il loro marchio di fabbrica: officina di scrittura con le scuole, le biblioteche, le librerie, ma soprattutto laboratori interni, fra i soci, in sistematici incontri settimanali, per condividere i propri testi, limarli, vivisezionarli, smontarli, assemblarli. 
Workshop che sono prima di tutto territori del confronto umile, crocevia di crescita collettiva, frontiere di discussione critica. Ma anche, perché no, momenti di gioco e d’intrattenimento, per esorcizzare lo stereotipo dell’autore solitario, un po’ depresso, imprigionato in una sorta di autoreferenziale compiacimento. 
D’altro canto, com’è possibile dimenticare che il libro che ha, per eccellenza, spalancato le porte della modernità, il Decameron, è un capolavoro di svago e d’intrattenimento, ma allo stesso tempo un libro radicato in una solida intelaiatura strutturale, gravido di sapienza cortese e di stilizzazione medioevale: un libro, come ci rivelò l’intelligenza di Kurt Flasch, che sovverte la distinzione fra poesia e scienza, fra teoria della letteratura e prassi della scrittura. 
Boccaccio ci insegna che il gioco è più divertente se si condivide. 
Leggere e scrivere è anche questo, no? 

martedì 6 ottobre 2020

IL BEATBOX é MUSICA

 Associazione culturale “Ippogrifo. Vivere la scrittura”

In collaborazione con

LIBRERIA MONDADORI - Imola

 presenta

IL BEATBOX é MUSICA

Laboratorio di produzione musicale & human beatboxing

Genere Hip Hop

aperto a tutti gli appassionati e curiosi dai 13 anni in su

Conduttori del laboratorio:

J Beat

ü Campione nazionale IBF Champs 2018, categoria “Solo”

Horaid

ü 3° Classificato categoria

“Tag-team” Italian Beatbox Championship 2019 J-Beat

Rich

ü Classificato categoria

“Tag-team” Italian Beatbox Championship 2019

4°posto IBF Champs 2018, categoria “Solo”

Andrea Pagani

ü Scrittore e Insegnante 

Numero chiuso a 13 partecipanti  – Scadenza iscrizioni: entro 30 ottobre 2020

8 ore di laboratorio – 4 incontri di 2 ore ciascuno - costo totale: 50 €

Giovedì, presso LIBRERIA MONDADORI Imola, dalle 19.30 alle 21.30

Date: 5 novembre, 12 novembre, 19 novembre, 26 novembre 

 Per iscrizioni e informazioni contattare 

cell 324 9216305

IL BEATBOX é MUSICA






sabato 3 ottobre 2020

IL DARIO FURIOSO (il nuovo libro di Walter Valeri)



A breve in libreria IL DARIO FURIOSO
Franca Rame e Dario Fo
Teatro, politica e cultura
nell’Italia del Novecento
di Walter Valeri
pp 128 euro 13,00
Walter Valeri ha condiviso con Franca Rame e Dario Fo un tempo lungo della sua vita, vivendo coi due grandi attori progetti di futuro e il multiforme presente caratterizzato da una vivace, creativa e irripetibile esperienza d’arte, di teatro e di passione politica: una condivisione continuata anche nel tempo vissuto a Boston, durante la docenza alla Harvard University, in anni nei quali Valeri ha rappresento ufficialmente i due grandi attori come responsabile della cessione dei diritti delle opere in nord America, sud America, Cina e Giappone. In questa lunga frequentazione sono nati molti scritti, saggi e interviste, dei quali Valeri raccoglie qui una selezione, assicurando al lettore un quadro di particolare valore sulla personalità, le idee, il valore dei due premi Nobel per la letteratura, campioni di un teatro del quale le pagine del libro documentano intenzioni militanti, valore letterario e teatrale, e complessivamente il rendiconto affascinante di una delle più significative stagioni del teatro italiano del Novecento [rc].

domenica 27 settembre 2020

Ultimi giochi

SCRITTURE DI CONFINE TRA '900 E 2000

Andavate in Riviera, negli anni ’80? Vi piacevano i romanzi di Tondelli? Avete mai visto almeno una puntata di Twin Peaks di David Lynch? Almeno una volta, siete stati a Fiabilandia per vedere King Kong a grandezza naturale e salire sulla sua zampa? Allora vi siete divertiti, in quell’ultimo scorcio di ‘900, l’età giocosa del Secolo breve. Nel passaggio ai 2000, siamo scivolati in una realtà oppressiva, cinica, devota solo alla produzione e al consumo. Una nuova barbarie, questa, contro la quale si alzano poche, ma grandi voci, quelle dei romanzieri Javier Marìas, Kazuo Ishiguro, Abraham Yehoshua, che ci richiamano alle nostre responsabilità di esseri, prima di ogni altra cosa, umani.




martedì 23 giugno 2020

Tra un'immagine e chi la guarda passa sempre un pensiero - Laboratorio -

Associazione Ippogrifo Imola. Vivere la scrittura è lieta di annunciare che parteciperà a questo importante laboratorio proposto da VOLABO, realtà importante sul territorio, con la quale in passato la nostra Associazione si è interfacciata, con risultati sempre positivi

"Viviamo in una società dove siamo decisamente sommersi dalle immagini e trascorriamo molto tempo della nostra giornata davanti a schermi: televisione, computer, cellulari, cinema; ma spesso non siamo più in grado di capirne il contesto, la reale qualità, il supporto, la tecnica di realizzazione, la fonte. Anche nelle rappresentazioni cartacee su quotidiani, riviste, libri, manifesti, spesso non siamo in grado di leggere tra le righe i reali contenuti e le finalità delle immagini proposte..." (continua QUI)
Il programma del Corso 





Print Friendly and PDF